Lazio, tutti i tonfi: la continuità resta un miraggio

Lazio, tutti i tonfi: la continuità resta un miraggio

ROMA - “Vedo una squadra che fa fatica a stare su livelli di attivazione e applicazione forte. Giocando ogni tre giorni è più difficile, passiamo da dieci a uno, questo non è ammissibile. Non c’è da essere pessimisti oppure ottimisti, bisogna capire da dove nascano questi alti e bassi e cercare di metterli apposto”. L’analisi di Maurizio Sarri alla sua Lazio appare chiara. Quello che resta nell’ombra è il motivo per cui la squadra, in un determinato momento, molla del tutto. A quasi metà stagione si può già fare il primo bilancio. CHE APPARE LIMPIDO: BOLOGNA, VERONA E NAPOLI SONO TRE TONFI CHE HANNO LASCIATO IL SEGNO.

IL CAMMINO DELLA LAZIO ALLA RICERCA DELLA CONTINUITÀ

La Lazio perde a Bologna, 3-0, dopo aver vinto contro la Lokomotiv Mosca. La Lazio perde malamente a Verona per 4-1 dopo lo 0-0 contro il Marsiglia. E ancora: poker del Napoli dopo l’impegno d’Europa League a Mosca vinto per 3-0. Solo una volta in stagione è arrivata una vittoria nei giorni successi all’impegno di Coppa (Salernitana, 3-0). LE SCONFITTE PESANTI HANNO UN COMUNE DENOMINATORE: LA TRASFERTA. Eppure c’è ancora margine per fare punti pesanti da qui sino a Natale. Udinese, Sampdoria, Sassuolo (attenzione all’impegno dopo il Galatasaray), Genoa e Venezia. Alla fine dell’anno, prima della pausa, mancano cinque partite. Saranno quelle verità per capire quanto la Lazio sia da primi posti. [Pagelle Napoli-Lazio: da Felipe Anderson a Mertens, flop e top della partita] Guarda la gallery Pagelle Napoli-Lazio: da Felipe Anderson a Mertens, flop e top della partita

Fonte: https://www.corrieredellosport.it/news/calcio/serie-a/lazio/2021/11/30-87505790/lazio_tutti_i_tonfi_la_continuita_resta_un_miraggio/

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: