Lazio, Acerbi: “Con Sarri la fatica è mentale. Ma è la strada giusta“

Lazio, Acerbi: “Con Sarri la fatica è mentale. Ma è la strada giusta“

BERGAMO - Analisi attenta e precisa quella di FRANCESCO ACERBI dopo il 2-2 contro l’Atalanta. Il difensore della Lazio, ai microfoni di Dazn, ha parlato del momento e del pareggio al Gewiss Stadium: “Se prendi gol puoi sempre gestire meglio le situazioni. De Roon ha fatto un eurogol di stinco. Il pareggio è un risultato giusto, ma potevamo portarla a casa noi. Loro sono partiti benissimo, abbiamo tenuto bene, giocando un buon calcio e avuto le nostre occasioni. L’approccio, la mentalità che vuole il tecnico, ovvero aggredire e aiutarsi, le abbiamo viste. Peccato solo per il risultato. Queste sono partite che si preparano da sole, mentre con le piccole serve determinazione e voglia che mancano un po’. Lavoriamo sempre su dei concetti e facciamo un po’ di fatica. OGGI ERA LA PROVA DI MATURITÀ SOPRATTUTTO DAL PUNTO DI VISTA DELLA MENTALITÀ. Fin qui, in trasferta, abbiamo perso e anche male. Questo vuole Sarri, fatta una buona partita”.

LE PAROLE DI ACERBI SULLA LAZIO

“Sarri vuole densità. Nel suo gioco devi aiutare, soffrire. Cambiando modulo la fatica è più mentale che fisica. E così aumenta, di conseguenza, anche quella fisica. Oggi, come nel derby e come con la Fiorentina, c’è stata fatica da parte di tutti. Dobbiamo migliorare in fase difensiva per recuperare palloni, ma sono concetti che stanno entrando in testa. Deve essere tutto continuo. Poi serve un grande approccio sia con le grandi con le piccole, altrimenti non siamo da vertice. In ogni partita dobbiamo voler vincere senza chi c’è contro. Ora continuare così”. [Immobile nella storia, ma non basta: con l’Atalanta è 2-2] Guarda la gallery Immobile nella storia, ma non basta: con l’Atalanta è 2-2

Fonte: https://www.corrieredellosport.it/news/calcio/serie-a/lazio/2021/10/30-86674111/lazio_acerbi_con_sarri_la_fatica_e_mentale_ma_e_la_strada_giusta_/

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: