Lazio-Fiorentina 2-1: Caicedo e Immobile, Inzaghi ritrova la vittoria

Lazio-Fiorentina 2-1: Caicedo e Immobile, Inzaghi ritrova la vittoria

Non poteva permettersi un altro passo falso Simone INZAGHI. La sua Lazio soffre contro una FIORENTINA mai doma, ma porta a casa una importantissima vittoria grazie ai gol di CAICEDO al 6’ e di IMMOBILE al 75’, che rendono vano il rigore di VLAHOVIC al minuto 88 e portano i biancocelesti a quota 25 PUNTI in classifica. La squadra di PRANDELLI ha sfiorato anche il pareggio nei minuti di recupero, ma la reazione è stata tardiva e ha permesso ai padroni di casa il ritorno ai tre punti dopo la sconfitta con il Milan ed il pareggio contro il Genoa. RADU, entrato a gara in corso, è diventato il giocatore della Lazio con più presenze in Serie A (320). [Lazio, tre punti con Caicedo-Immobile: Fiorentina battuta 2-1] Guarda la gallery Lazio, tre punti con Caicedo-Immobile: Fiorentina battuta 2-1

CAICEDO PUNGE DOPO 6’, RIBERY COSTRETTO AL CAMBIO

Molto aggressiva la FIORENTINA nei primissimi minuti di gioco con Castrovilli, Ribery e Vlahovic, ma è la LAZIO che colpisce AL 6’ E SI PORTA SULL’1-0: CAICEDO, al centro dell’area, gonfia la rete con un destro al volo, dopo un cross di ACERBI dalla sinistra e la sponda di testa di LAZZARI. I padroni di casa dopo il vantaggio prendono coraggio e ci riprovano prima con Milinkovic dalla distanza e poi con Immobile. Al 20’ CASTROVILLI colpisce un pallone vagante in area biancoceleste di tacco, improvvisando uno “scorpione” che però STRAKOSHA blocca con facilità. Cinque minuti dopo Luis Alberto suggerisce per IMMOBILE, che anticipa Dragowski e spedisce la palla in rete, ma la sua esultanza è frenata dalla segnalazione di FUORIGIOCO: RETE ANNULLATA. Al 38’ RIBERY è costretto al cambio per infortunio, al suo posto Prandelli manda in campo EYSSERIC. Nei minuti finali del primo tempo LUIZ FELIPE diventa il primo ammonito del match, seguito da ESCALANTE. Dopo 2’ di recupero dominati senza fortuna dalla Fiorentina, l’arbitro manda tutti negli spogliatoi. [Basta poca Lazio. Viola, serve un attaccante] Guarda il video Basta poca Lazio. Viola, serve un attaccante

IMMOBILE RADDOPPIA, VLAHOVIC ACCORCIA SU RIGORE

Simone Inzaghi iniza il secondo tempo con il primo cambio: dentro PATRIC, fuori Luiz Felipe. VLAHOVIC prova a sorprendere la difesa biancoceleste più volte nei primi 10’, ma HOEDT fa buona guardia. Un cambio per parte prima del 60’: AKPA AKPRO prende il posto di Caicedo e CALLEJON quello di Venuti. La partita si trascina fino al 70’, con la Lazio che rallenta e la Fiorentina che non punge. Prandelli allora rende più offensivi i suoi, inserendo KOUAMÉ e LIROLA al posto di Bonaventura e Martinez. Ma ad offendere davvero invece è IMMOBILE che firma il 2-0 AL 75’: sugli sviluppi di un calcio d’angolo la palla arriva sul secondo palo dove il bomber della Lazio è colpevolmente lasciato da solo e non si fa di certo pregare. Dopo il raddoppio Inzaghi toglie dal campo Escalante e Lazzari per CATALDI e RADU. Quest’ultimo diventa il GIOCATORE BIANCOCELESTE CON PIÙ PRESENZE IN SERIE A: ben 320. Grande occasione viola al 77’, quando Milinkovic salva su un tiro di CASTROVILLI, a Strakosha battuto. Ma il gol della Fiorentina arriva su RIGORE AL MINUTO 88 CON VLAHOVIC, che realizza dal dischetto dopo aver guadagnato il penalty dopo una trattenuta di HOEDT che si era affezionato alla sua maglia. Esce Immobile in favore di MURIQI, mentre la Fiorentina, raggiunto il 2-1, tenta il tutto per tutto nei 5 minuti di recupero concessi. Akpa-Akpro rovina su Castrovilli e regala una punizione dalla sinistra che batte Biraghi: sale anche Dragowski nell’area della Lazio, ma a colpire il pallone dal limite è AMRABAT, che lo spedisce tra le braccia di Strakosha. È questo l’ultimo brivido di una vittoria sofferta per i biancocelesti.

Lazio-Fiorentina 2-1: tabellino e statistiche

Fonte: https://www.corrieredellosport.it/news/calcio/serie-a/2021/01/06-77913395/lazio-fiorentina_2-1_caicedo_e_immobile_inzaghi_ritrova_la_vittoria/

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: